domenica 11 ottobre 2015

PASSARE SOTTO LE FORCHE CAUDINE



CHE CULO!

La Valle Caudina è conosciuta in tutto il mondo per la famosa battaglia del 321 avanti Cristo presso le Forche Caudine. I guerrieri di Caudium umiliarono una Legione romana in maniera pesante, tanto da trasformare l’incredibile episodio in un famoso modo di dire: passare sotto le Forche Caudine.




Forse non tutti sanno che oltre alla mortificazione di dover strisciare disarmati sotto il giogo di lance, ricoperti da insulti, pernacchie e mazzate dei vincitori Caudini, i romani coniarono un altro modo di dire, tutt’oggi usatissimo dappertutto: che culo!

Avere un gran culo è sinonimo di fortuna, ma perché? Lo storico Livio descrisse nelle sue Storie la vicenda: «E venne l’ora fatale dell’ignominia; prima i consoli, quasi nudi, furono fatti passare sotto il giogo; poi gli altri in ordine e grado furono sottoposti alla stessa ignominia; infine ad una ad una tutte le legioni».

L’umiliazione non fu solo morale, ma soprattutto fisica. Tutta la Legione venne sodomizzata, cioè costretta ad un violento rapporto anale. 


L’espressione “che culo” quindi nasce in Valle Caudina perché si associa la dimensione dell’ano alla fortuna dello sconfitto. Nel momento dell’umiliazione fisica e morale l’unica fortuna del legionario era proprio avere un gran culo.

Scritto da Salvatore D.P.

3 commenti:

  1. Grandiosi per la satira! In effetti, però, ad avere avuto culo furono i Romani che non fuono uccisi che poi furno sodomizati... Poichè mi piace molto la scena di Caudium che presentate, Vi chiedo se siete disponibili a cedermi l'immagine da utilizzare come copertina per il mio libro " Sanniti ". Cosa ne penare ? Grazie. Beniamino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scriva a ufficiostampa321 libero it

      Elimina
    2. scriva a ufficiostampa321 libero it

      Elimina